Sebbene non possiamo modificare la memoria delle nostre esperienze passate, nous pouvons certainement changer la façon de réagir lorsque ceux-ci réapparaissent dans notre esprit afin que les cicatrices émotionnelles qui leur sont liées puissent être de plus en plus éclaircies,,it,Et c'est précisément à cet égard que la pratique du yoga entre en scène,,it,suite à un traumatisme,,it,la tombe,,en. Ed è proprio a tal riguardo che la pratica dello yoga entra in gioco: a seguito di un trauma, grave o lieve che sia, il soggetto solitamente tende a perdere la connessione con il proprio corpo, a volte rifiutandolo letteralmente, e tale dissociazione genera un senso di profondo smarrimento che alimenta i sintomi connessi all’evento doloroso.

Lo yoga allevia gli effetti dei traumi

Uno studio condotto presso il Trauma Center at Justice Resource Institute in Brookline, Massachusetts, ha rivelato che un gruppo di donne cui erano stati diagnosticati i sintomi da stress post-traumatico hanno reagito in maniera estremamente positiva alla partecipazione ad un corso di gentle yoga con il risultato che, dopo sole poche settimane di pratica, su molte di loro i sintomi erano drasticamente diminuiti a favore di una maggiore consapevolezza corporea e di una riduzione dei pensieri compulsivi.

Yoga e dolore, riconoscere le emozioni represse

Molti studi affermano che ogni trauma tende a radicarsi in una parte del corpo e del tessuto connettivo, laddove questo finisce per cristallizzarsi sotto forma di emozione repressa. Ed è proprio la ricerca di quell’emozione che non vogliamo lasciar andare che genera quel dolore fisico ed emotivo, molto di più dell’evento in sé. Sul tessuto connettivo agisce la pratica di Odaka Yoga con i suoi moti oceanici caratterizzati da movimenti circolari e a onda che permettono di rimettere in circolo tali emozioni per liberarsene. La medicina occidentale purtroppo spesso non fornisce metodologie valide che possano scovare quel dolore ed è proprio per tale ragione che molti individui finiscono per alterare la propria fisiologia ricorrendo all’utilizzo di alcool e droghe. La magia di Odaka yoga risiede in questa capacità di sentirsi ed ascoltarsi come neanche il più potente e tecnologico scanner può fare. Quindi Odaka yoga può darci la possibilità di manipolare la nostra fisiologia come un farmaco che però non ha effetti collaterali.

La magia della respirazione

Inoltre la padronanza del respiro che si acquisisce con la pratica diviene il ponte di comunicazione con il nostro sistema nervoso. Da secoli gli yogi sanno come la modulazione volontaria del respiro può avere effetti esorbitanti che possono dar vita a diversi stati d’animo: prolungare l’espirazione, ad esempio, è un modo che abbiamo per incrementare il tono vagale, ovvero per ridurre il l’attività del sistema nervoso simpatico e ritrovare uno stato di calma; viceversa, porre l’enfasi sull’inspirazione può aiutare ad innalzare la propria energia nei casi di astenia e depressione. Ma questo è solo un esempio di ciò che è reso possibile dalla respirazione: dietro il pranayama vi è una vera è propria scienza che agisce sull’intera fisiologia dell’individuo a costo zero.

Odaka yoga per spogliarsi del dolore

Attraverso Odaka yoga e i suoi concetti filosofici il soggetto può comprendere un altro aspetto interessante correlato con il dolore: l’identificazione in esso, ovvero quel dolore che diviene una parte di sé al punto tale che liberarsene potrebbe significare spogliarsi della propria identità. Quell’identità che una sana pratica yoga dovrebbe pian piano affievolire, senza perderla: affievolirla nel senso di farci comprendere che tutto ciò che noi percepiamo è nostro ma non rappresenta noi. Se abbiamo un dolore ad un braccio ed iniziamo ad osservarlo, a sentirne la presenza, a esplorare le sensazioni legate ad esso e poi piano iniziamo a ripeterci che quel braccio è nostro ma noi non siamo quel braccio, il vissuto del dolore sarà del tutto diverso. Odaka yoga ci insegna che la nostra coscienza è slegata dal corpo e da ogni manifestazione, materiale e non, che l’individuo può percepire.

Sono molto felice di annunciarvi che sabato 11 novembre, a partire dalle 16, allo Yogafestival di Milano terrò la free class di Odaka Yoga The warrior attitude.

Che cosa faremo a lezione allo Yogafestival?

In un’ottica contemporanea, essere un guerriero significa avere una profonda conoscenza di se stessi, avere sempre una visione di insieme e rimanere calmi e centrati anche nel bel mezzo del caos. In questa classe, fatta di movimenti fluidi, calmi e potenti, coltiverai la giusta attitudine alla non-resistenza.

Passate anche allo stand di Mat You Can

In occasione dello Yogafestival sarà presente anche lo stand di Mat You Can, la nuova piattaforma di videolezioni di yoga e Pilates creata appositamente per consentire a tutti di praticare quando e quanto si vuole. Passate a trovarci per conoscere il mondo di Mat You Can.

Mat You Can è online: est un site qui vous permet de pratiquer librement à la maison ou partout où vous suivez la,,it,cours de yoga en ligne,,it,ou pilates,,it,avec quelques-uns des meilleurs professeurs italiens,,it,Je sais comment il est parfois difficile de concilier les exigences du travail et de la famille avec le bien-être du corps,,it,Nous nous sentons souvent dépassés par les événements et,,it,invariablement,,it,Il finit par négliger et se référer à la pratique des disciplines telles que le yoga et Pilates à la place,,it,juste au moment où il est sous pression,,it,Ils aident à trouver son propre équilibre,,it,centrant son propre,,it,Il laisse le visage avec une plus grande stabilité de la vie chaque cahot,,it,Le temps est toujours court,,it,Parfois, la seule pensée de monter dans la voiture,,it,traiter le trafic,,it,juste après avoir,,it,fixer,,it lezioni di yoga online (o di Pilates) con alcuni dei migliori insegnanti italiani. So quanto a volte sia difficile conciliare gli impegni di lavoro e familiari con il benessere di corpo, mente e spirito.

Spesso ci si sente travolti dagli eventi e, immancabilmente, si finisce per trascurare e rinviare la pratica di discipline come yoga e Pilates che invece, proprio quando si è più sotto pressione, aiutano a trovare un proprio equilibrio, una propria centratura, che consente di affrontare con più stabilità ogni scossone della vita. Il tempo è sempre poco.

A volte il semplice pensiero di mettersi in macchina, affrontare il traffico, doversi semplicemente “sistemare” pour assister à une classe dans une étude peut être une source de,,it,stress,,en,D'autres fois, vous pouvez vous retrouver voyager et ne pouvaient pas souvent assister régulièrement à un studio de yoga ou de Pilates,,it,Avec,,es,vous n'avez plus à sauter à travers des cerceaux pour concilier tous les engagements du jour ou de se sentir coupable si vous devez sauter une leçon,,it,il suffit d'entrer le site,,it,choisir la leçon en fonction du temps disponible et commencer le voyage,,it,à tout moment de la journée,,it,Et pour les professionnels,,it,pour les professeurs de yoga et de Pilates à la recherche d'idées et d'inspiration,,it,Mat You Can est un outil de travail fondamental et quotidien,,it stress. Altre volte può capitare di trovarsi spesso in viaggio e di non poter frequentare con regolarità uno studio yoga o Pilates. Con Mat You Can non è più necessario fare i salti mortali per conciliare tutti gli impegni della giornata né sentirsi in colpa quando si deve saltare una lezione: basta accedere al sito, scegliere la lezione in base al tempo a propria disposizione e iniziare il viaggio, in qualsiasi momento della giornata!

E per i professionisti del settore, per gli insegnanti di yoga e Pilates in cerca di approfondimenti e ispirazione, Mat You Can è un fondamentale e quotidiano strumento di lavoro.

Dans ce projet, dans lequel je crois fermement que vous pouvez suivre toute ma passion pour ce que je fais,,it,J'ai vraiment apprécié le projet qui ont accepté quelques-uns des meilleurs professeurs italiens,,it,qui admirent profondément et qui partagent la même passion,,it,D'abord les fondateurs de Odaka Yoga Roberto et Francesca Milletti Cassia,,it,ainsi que des amis mes professeurs,,it,et l'irremplaçable Beatrice Morello,,it,Mais l'équipe est susceptible de se développer avec l'aide d'une nouvelle énergie positive,,it,Mais vous pouvez Mat ne pourrait pas exister sans la passion et l'exactitude du personnel qui a permis à cette idée de devenir une réalité,,it,videomaker,,it,graphique,,it,Webmasters et communicateurs,,it,Je suis convaincu que ce projet transmet les sentiments de passion,,it,la confiance et de l'amitié qui l'a porté,,it. Ho apprezzato moltissimo che al progetto abbiano aderito alcuni dei migliori insegnanti italiani, che stimo profondamente e che condividono la mia stessa passione: in primo luogo i fondatori di Odaka Yoga Roberto Milletti e Francesca Cassia, miei maestri oltre che amici, e l’insostituibile Beatrice Morello. Ma la squadra è destinata a crescere con l’apporto di nuove energie positive. Ma Mat You Can non potrebbe esistere senza la passione e l’accuratezza dello staff che ha permesso che questa idea diventasse una realtà: videomaker, grafici, webmaster e comunicatori. Sono convinto che questo progetto trasmetta i sentimenti di passione, fiducia e amicizia che lo hanno partorito. Je suis curieux de connaître votre opinion,,it,suivez-nous aussi,,it,page Facebook,,it,et vous voir en ligne,,it: seguiteci anche sulla pagina Facebook e ci vediamo online!

Torna l’Infinity retreat, la vacanza yoga organizzata dal Fusion Pilates & Yoga che ormai è diventato un appuntamento irrinunciabile per chi ama le discipline olistiche. E di questo siamo tutti molto orgogliosi. Perché è nato tutto per caso e, come spesso avviene, una serie di coincidenze positive ha fatto sì che questo evento yoga giungesse all’ottava edizione con una formula ormai collaudata e un numero di partecipanti sempre più vasto e capillare.

Lo spirito della nostra vacanza yoga

Quest’anno l’Infinity retreat è nato sotto il segno della riscoperta della genuinità, della natura e della tradizione. Ci siamo innamorati dell’idea di osservare, sul calar della notte, il cielo rischiarato dal bagliore delle stelle, come ormai non siamo più abituati a vedere nelle nostre città, così offuscate dalla luce artificiale. Abbiamo prediletto una cucina tradizionale, fatta di ingredienti semplici e genuini, biologici e a km zero, molti dei quali prodotti dalla stessa azienda agricola che ci ospita o da realtà vicine. Abbiamo amato la possibilità di proporvi un contatto diretto con la natura, i suoi suoni, i suoi ritmi e la sua antica saggezza.
Per farlo ci dirigeremo nelle campagne che circondano Caltagirone, ospiti dell’agriturismo Colle San Mauro, immerso nel verde, che coniuga ospitalità e autenticità.

Che cosa aspettarsi dalla nostra vacanza yoga?

Il Pilates e lo yoga, iniziando il sabato mattina con la possibilità di partecipare al workshop della nostra amica Beatrice Morello, stimata insegnante di Odaka Yoga, e proseguendo con la mia lezione sabato pomeriggio, sono come sempre il fil rouge di un evento multiforme che avrà come sottofondo musicale le dolci melodie dell’arpa celtica di Ginevra Gilli in un mix di raffinatezza ed energia che esploderà di sera nel concerto del duo TreeMoon, un compendio di ballate medievali, danze vivaci ed improvvisazioni, di melodie di tradizione celtica e nostrana. Una musica il cui scopo è quello di riprodurre le atmosfere fatate d’Irlanda ed unirle alle tradizioni che la nostra Sicilia, anch’essa isola figlia del Triscele, accoglie e riconosce.
E così tra un cinguettio di uccelli e un frinire di cicale ci lasceremo cullare dai massaggi sonori di Nicola Savoca e dal suono dei giganteschi strumenti del maestro Alfio Sciacca che domenica mattina ci immergerà in un bagno di gong per riportare armonia dentro di noi.

De Tokyo à Kyoto sur la vague du Yoga Odaka. Pour moi, je l'ai connu tout au long de l'adolescence sur le tatami, au moment de ju-jitsu, celle du Japon est un rappel de l'âme et peut organiser des cours de yoga dans ce beau pays avec mille traditions me donne un frisson. dans ce Tour de Yoga au Japon Je suis arrivé à connaître tant de gens sympas, belles âmes avec qui j'ai eu le plaisir de partager l'amour pour le yoga et la nature exceptionnelle du yoga Odaka.

Tour de Yoga au Japon, pleine d'émotion

Un corso intensivo di utilizzo delle bacchette per il mio yoga tour in Giappone

J'ai trouvé des chambres remplissais, et autant de pratiquants enthousiastes acclament pour des moments de croissance émotionnelle et professionnelle qui restera à jamais dans mon cœur. Au cours de ces deux semaines, j'avais une planque d'expériences inoubliables: Je suis resté d'abord dans une capsule, puis dans un monastère bouddhiste, J'ai appris à jongler avec des baguettes, J'ai découvert le vrai cœur du Japon grâce à l'affection et la couleur de beaucoup d'amis. Si vous êtes curieux de suivre mon voyage, navigation de puissance toutes les photos dans la galerie.

le mot capitulation On le voit souvent en termes négatifs, et associé de quelque façon à une renonciation ou une défaite. Quand vous pensez “J'abandonne” Il est communément admis qu'ils ne sont pas capables d'effectuer une action, Je ne peux pas le faire, et ce n'est pas à ma portée, Il est plus grand que moi. Mais en réalité, le concept de capitulation Il se cache une grande puissance: le pouvoir de laisser les choses couler sans résistance.

La capacité d' capitulation Il est entièrement compatible avec l'intention de soutenir un changement ou d'atteindre un objectif ou réaliser un projet. Dans rendement était chaque action coule à travers un état de conscience entièrement rénové, avec une énergie et une qualité différente. Chaque fois que quelque chose dans votre vie semble devenir plus grand que vous, Je vous invite à vous détendre, fermer les yeux, faire un souffle très libérateur et toujours rester dans l'abandon pendant quelques minutes, puis se relever et debout. À ce stade, à bras ouverts comme un guerrier qui n'a rien à défendre, laisser échapper votre attention à ce point appelé dent Il a localisé trois doigts au-dessous de trois doigts profond nombril respect et de là retour à l'action dans un état de non-résistance.

In vista dei due prossimi workshop di yoga che terrò in Sardegna e a Milano mi soffermo su una breve introduzione sulla fascia. Di che cosa parliamo quando parliamo di fascia? Continuer

Si avvicina l’appuntamento col Fascia Flow weekend che terrò allo studio Spera Hot Yoga di Milano. Se vi trovate da quelle parti il 24 e 25 settembre potete prenotare online a questo link. Se nel frattempo volete saperne di più leggete questa mia breve introduzione sulla fascia e sulle sue incredibili proprietà.Workshop di yoga a Milano

Famille Odaka Yoga une Catane grandit, comme cela est le cas dans le monde. Le style fondé par Roberto Milletti e Francesca Cassia, Sensei e Niji comme nous les appelons à l'amiable, Il continue à se développer comme une vague dans le vaste océan du yoga. Nous avons eu une preuve supplémentaire week-end dernier: Roberto et Francesco devaient tenir à Catane une classe de maître ouverte à tous les amateurs de yoga et nous étions vraiment nombreux à suivre leurs mouvements fluide et dynamique, capable de libérer les énergies et apporter l'harmonie corps et d'esprit. Je dois dire que l'atmosphère qui a été créée était quelque chose de magique: la salle était pleine d'âmes libres d'exprimer la beauté intrinsèque de Odaka Yoga. Une expérience qui va certainement répéter pour répondre aux désirs de ceux qui ont pris part à des classes de maître et ceux qui ne pouvaient pas participer. En attente d'attendre le prochain rendez-vous avec la formation des enseignants 200 minerai Odaka Yoga en Juin les nouveaux enseignants diplômés dans Odaka Sicile: un week-end un mois d'Octobre à Juin pour augmenter encore de la famille Odaka Yoga.

Prêt pour la saison des Fêtes? Per affrontare al meglio della forma questo periodo anche una breve sequenza di yoga può essere di grande aiuto. Le festività natalizie sono infatti un momento di grande intensità emozionale: si fa il resoconto di ciò che è stato e ci si riempie di aspettative, ci si confronta con i propri cari e con gli amici, si tende a stare più in compagnia e a ricercare quell’unione di cui ogni individuo è alla continua ricerca. Continuer